Un Maximanifesto a Farmacologia chiede la libertà dei macachi

Davanti alla Facoltà di Farmacologia di Modena e a pochi metri dallo stabulario in cui sono rinchiusi i 15 macachi oggetto di sperimentazione e di contestazione da stamattina è comparso un enorme cartellone pubblicitario.

Non la solita auto, una bibita o qualche ristorante locale, no, un immenso pannello con l'immagine di macachi in gabbia.
18 metri quadrati di verità: la scritta recita semplicemente "#salviamoimacachi prigionieri dell'Università di Modena".

A pochi metri di lì si decide il destino dei 15 macachi. Ancora attendono un verdetto: un'ingiusta condanna a morte o la liberazione?

 

Il rettore chiude l'Università per le proteste di #Salviamoimacachi

Ci sono silenzi che valgono più di mille parole.

Lunedì 10 Novembre un presidio di Animal Amnesty, AnimAnimale e Lav Modena davanti al rettorato per chiedere una decisa presa di posizione al riguardo della questione macachi.
La risposta? Un portone chiuso.

Come se si potesse chiudere fuori il progresso, come se si potesse eludere in tal modo la richiesta di 90 Parlamentari, 70 professionisti tecnico-scientifici, del Professor Emerito Carlo Jacoboni (ex rettore della facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali), di 30 mila comuni cittadini e di varie associazioni.

 

In migliaia in corteo per i macachi per le vie di Modena

Sabato 28 Giugno migliaia di cittadini modenese e di persone venute da altre città d'Italia hanno sfilato per Modena a chiedere la liberazione dei macachi prigionieri dentro la stabulario.

Un corteo pacifico che ha portato a Modena la protesta di chi chiede una ricerca diversa, una ricerca basata su metodi moderni senza usare animali. Una ricerca che abbia come unica finalità la salute di tutti, dagli essere umani agli animali.

Non smetteremo di lottare, non smetteremo di chiedere giustizia e libertà per chi oggi è prigioniero e non smetteremo di sognare che un mondo diverso è possibile già oggi.

 
#Salviamoimacachi e' una campagna di Animal Amnesty, AnimAnimale e LAV.
 
Barra Home